Penisola del Sinis - sardegnando

sardegnando.it
sardegnando.it
con una descrizione sommaria dei luoghi
sardegnando.it
con una descrizione sommaria dei luoghi
Tanti itinerari ed una grande galleria fotografica
sardegnando.it
Tanti itinerari ed una grande galleria fotografica
Vai ai contenuti

Menu principale:

Località > Sardegna occidentale

La Penisola del Sinis

La Penisola del Sinis e' una sorta di piattaforma che si estende, a nord-ovest di Oristano, per oltre 30 chilometri di lunghezza tra Capo Mannu e Capo San Marco. Nella nostro itinerario abbiamo visitato la spiaggia di "Is Aruttas", Tharros e Su Pallosu. La spiaggia di " Is Aruttas" e' caratterizzata dal colore candido dei granelli di quarzo arrotondati dalle onde e da un mare verde smeraldo. Si puo' godere di splendidi panorami: verso l'orizzonte l'isola di Maldiventre, a sud Capo San Marco. Tharros sorge nel promontorio estremo della penisola del Sinis.Fu un fiorentissimo porto nell'epoca fenicio - punica(VIII sec. a. C.) e mantenne la sua importanza anche nel periodo romano (238 a.C.). La rimozione della sabbia che la ricopriva, ha ridato alla luce imponenti testimonianze della citta', una delle piu' importanti dell'intera area mediterranea. Tharros e' dominata dalla imponente torre spagnola, dall'alto della quale e' possibile godere un panorama mozzafiato di tutta la penisola del Sinis. Ai margini dell?area archeologica di Tharros, in prossimita' di uno stretto istmo e a poche decine di metri dalla spiaggia, in localita' San Giovanni di Sinis , si trova la Chiesa di S. Giovanni, risalente al V-VI secolo d.C. (con la Chiesa di San Saturno di Cagliari, costituisce il piu' vecchio monumento sacro della Sardegna). Sorge su un' area che fu daprima cimitero pagano, poi cristiano. La facciata e' in chiaro stile bizantino ed ha subito numerosi danneggiamenti ad opera delle scorrerie arabe. Su Pallosu invece e' conosciuto piu' che altro per la splendida cala, caratterizzata da una spiaggia che si estende per circa 4 km, riparata dal vento e dai fondali dolcemente digradanti. Invece a noi ha entusiasmato tantissimo la parte un po' meno ospitale, caratterizzato da piccole insenature e piscine naturali.

Torna ai contenuti | Torna al menu